IL PRONTO SOCCORSO È IL LUOGO A CUI SI RIVOLGE LA MAGGIOR PARTE DELLE DONNE CHE SUBISCONO VIOLENZA. MA QUI IL PERSONALE MEDICO NON È SEMPRE PREPARATO A RICONOSCERE LA VIOLENZA.

A maggior ragione quando questa è negata dalla stessa vittima, spesso accompagnata proprio dal partner che l’ha maltrattata.

Eppure è questo il luogo in cui si può dare una risposta efficace al fenomeno della violenza domestica. Qui si può costruire una rete con il territorio, i distretti, i medici di base, i consultori, coinvolgendo anche il privato sociale e le associazioni.

Grazie all’integrazione tra l’attività di uno sportello specializzato e quella del Pronto Soccorso possiamo contrastare in modo concreto la violenza sulle donne.

Per questo WeWorld Onlus sostiene gli sportelli SOStegno Donna, creati all’interno di tre Pronto Soccorso di ospedali italiani a Genova, Trieste e Roma. Questo servizio, attivo 24 ore su 24 e sette giorni su sette, è in grado di riconoscere e affrontare efficacemente il grave problema delle violenze, degli abusi e dei maltrattamenti contro le donne, le bambine e i bambini, attraverso la presa in carico in emergenza e il rinvio ai servizi del territorio.

Anche tu puoi contribuire a sostenere questo progetto cliccando qui.